WASH CLEAN

DESCRIZIONE IMPIANTO COME NUOVO

 Detergente acido per la pulizia degli impianti di lavaggio. Detergente acido per la rimozione delle incrostazioni calcaree che si formano sulle pareti degli impianti di lavaggio ridonandogli la lucentezza originaria. Non danneggia la carrozzeria e le parti in plastica o gomma.

  • Non intacca vernici e parti in plastica
  • Adatto anche per la pulizia dei cerchioni

CARATTERISTICHE CHIMICO-FISICHE           PHYSICAL – CHEMICAL PARAMETERS

PARAMETRI

VALORI

Aspetto fisico

Liquido limpido, giallino

Odore

Caratteristico

pH

0,5 ± 0,5

pH  1%

2,0 ± 0,5

 APPLICAZIONE E DOSAGGIO

 Impiego manuale: Diluire come da tabella. Spruzzare la soluzione con nebulizzatore o pompa proporzionale sulla superficie possibilmente asciutta e risciacquare immediatamente ed abbondantemente con idropulitrice ad acqua fredda o calda.

Tipo sporco

MANUALE

Wash clean: Acqua

%

Pesante

1:2- 1:4

30 – 20

Medio

1:4 – 1:10

20 – 10

Leggero

1:10 – 1:20

10 – 5

ALTRI CAMPI DI IMPIEGO
· Pulizia dei cerchi: Diluire da 1:5 a 1:10.
AVVERTENZE
Prodotto acido. Maneggiare con cura.
CONTIENE TENSIOATTIVI CONFORMI AL
REG. 648/2004/CE

SCHEDA DI SICUREZZA

Prodotto:

WASH CLEAN

Edizione:

5

Data edizione:

01/06/2015

Revisione:

0

Data:

01/06/2015

Scheda di sicurezza

 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA

 Identificatore del prodotto:

    1. nome commerciale: WASH CLEAN
    2. sostanze che contribuiscono alla classificazione del prodotto:

Acido fosforico CAS: 7664-38-2; Acido cloridrico CAS: 7647-01-0

  • Usi pertinenti identificativi della sostanza o miscela e usi sconsigliati:

Pulizia di impianti di autolavaggio da incrostazioni calcaree.

  • Informazioni sul fornitore della scheda dati di sicurezza:

FRESCURA & C. s.a.s

Viale della Meccanica, 15 36016 THIENE (VI) – ITALIA TEL. +39 0445 381616

FAX +39 0445 380768

Persona competente responsabile della scheda di dati di sicurezza: sds@frescurachem.com

  • Numero telefonico di emergenza:

In Italia i centri antiveleni attivi 24 h sono:

 

C.A.V. Salvatore Maugeri, Pavia

Tel.

0382 24444

C.A.V. Ospedali Riuniti, Bergamo

Tel.

800 883300

C.A.V. Ospedale Niguarda, Milano

Tel.

02 66101029

C.A.V. Ospedale di Foggia

Tel.

0881 732326

C.A.V. Ospedale Careggi, Firenze

Tel.

055 7947819

C.A.V. Policlinico Gemelli, Roma

Tel.

06 3054343

C.A.V. Policlinico Umberto I, Roma

Tel.

06 49978000

C.A.V. Ospedale Cardarelli, Napoli

Tel.

081 7472870

 

  1. IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI
    • Classificazione della sostanza o della miscela: CLP (Reg. 1272/2008)

Skin Corr. 1B,        H314

Met. Corr. 1,          H290

STOT SE 3,           H335

Aquatic Chronic 3, H412

Principali effetti nocivi: vedi sezioni da 9 a 12.

  • Elementi dell’etichetta: CLP (Reg. 1272/2008)

Pittogrammi di pericolo:

GHS05

Avvertenza:

Pericolo

Componenti pericolosi che ne determinano l´etichettatura:

Acido fosforico CAS: 7664-38-2; Acido cloridrico CAS: 7647-01-0

Indicazioni di pericolo:

H314                Provoca gravi ustioni cutanee e gravi lesioni oculari. H335                        Può irritare le vie respiratorie.

H290                Può essere corrosivo per i metalli.

H412                Nocivo per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.

Consigli di prudenza:

P260                            Non respirare i vapori.

P280                            Indossare guanti/indumenti protettivi/Proteggere gli occhi/Proteggere il viso.

P303+P361+P353                   IN CASO DI CONTATTO CON LA PELLE (o con i capelli): togliere immediatamente tutti gli indumenti contaminati. Sciacquare la pelle/fare una doccia.

P305+P351+P338         IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare

accuratamente per parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se è agevole farlo. Continuare a sciacquare.

P304+P340                   IN CASO DI INALAZIONE: trasportare l’infortunato all’aria aperta e mantenerlo a riposo in posizione che favorisca la respirazione.

P501                            Smaltire il contenuto/recipiente in conformità alla regolamentazione locale.

  • Altri pericoli:

Nessuno.

  1. COMPOSIZIONE/INFORMAZIONE SUGLI INGREDIENTI
    • Sostanze:

N.A.

  • Miscele:

NOME

N.REGISTRAZIONE

CAS

EINECS

CLP

CONC.

 

ACIDO FOSFORICO

 

01-2119485924-24-XXXX

 

7664-38-2

 

231-633-2

 

Skin Corr. 1B, H314

 

15-20%

ACIDO CLORIDRICO…%

 

01-2119484862-27-XXXX

 

7647-01-0

 

231-595-7

Skin Corr. 1B, H314 STOT SE 3, H335

Met.Corr.1, H290

 

10-15%

ALCHIL ALCOOL ETOSSILATO

 

Non applicabile (polimero)

 

71060-57-6

 

N.D.

 

Eye Dam.1, H318

 

7-10%

 Sostanze con un limite comunitario di esposizione sul posto di lavoro:

METIL 2-METOSSIETOSSIPROPANOLO

  1. REGISTRAZIONE: 01-2119450011-60

CAS:                                       34590-94-8

EINECS:                                 252-104-2

  1. MISURE DI PRIMO SOCCORSO
    • Descrizione delle misure di primo soccorso

 Vie di esposizione:

SCHEDA DI SICUREZZA

Prodotto:

WASH CLEAN

Edizione:

5

Data edizione:

01/06/2015

Revisione:

0

Data:

01/06/2015

Contatto con la pelle:    Togliere di dosso immediatamente gli indumenti contaminati.

Lavare immediatamente con abbondante acqua corrente ed eventualmente sapone le aree del corpo che sono venute a contatto con il tossico, anche se solo sospette.

CONSULTARE IMMEDIATAMENTE UN MEDICO.

Contatto con gli occhi:   Lavare immediatamente ed abbondantemente con acqua corrente, a palpebre aperte, per almeno 10 minuti; quindi proteggere gli occhi con garza sterile o un fazzoletto pulito, asciutti. RICORRERE A VISITA MEDICA. Non usare colliri o pomate di alcun genere prima della visita o del consiglio dell’oculista.

Ingestione:                   Non provocare assolutamente vomito. RICORRERE  IMMEDIATAMENTE A VISITA MEDICA. Somministrare acqua con albume; non somministrare bicarbonato.

Inalazione:                    Aerare l’ambiente. Rimuovere subito il paziente dall’ambiente contaminato e tenerlo a riposo in ambiente ben areato. CHIAMARE UN MEDICO.

 

  • Principali sintomi ed effetti, sia acuti che ritardati

Ingestione:                   nausea, vomito, diarrea, sensazione di dolore a carico di   faringe, stomaco, addome. Possibile insufficienza respiratoria per aspirazione di schiuma dalle vie aeree.

 

  • Indicazione dell’eventuale necessità di consultare immediatamente un medico oppure di trattamenti speciali

Vedi.4.1

 

  1. MISURE ANTINCENDIO
    • Mezzi di estinzione

Mezzi di estinzione idonei: Acqua, CO2, Schiuma, Polveri chimiche a seconda dei materiali coinvolti nell’incendio.

Mezzi di estinzione non idonei: Nessuno in particolare.

 

  • Pericoli speciali derivanti dalla sostanza o dalla miscela

Nessuno in particolare.

 

  • Raccomandazioni per gli addetti all’estinzione degli incendi:

Nessuno in particolare.

 

  1. MISURE IN CASO DI RILASCIO ACCIDENTALE
    • Precauzioni personali, dispositivi di protezione e procedure in caso di emergenza

Allontanare dalla zona interessata le persone non addette all’intervento di emergenza. Precauzioni individuali: indossare maschera, guanti ed indumenti protettivi e attenzione alla scivolosità delle aree contaminate.

  • Precauzioni ambientali

Se il prodotto è defluito in un corso d’acqua, in rete fognaria o ha contaminato il suolo o la vegetazione, avvisare le autorità competenti.

  • Metodi e materiali per il contenimento e la bonifica

Raccomandazioni sulle modalità di contenimento di una fuoriuscita: Contenere le perdite con terra o sabbia.

Raccomandazioni sulle modalità di bonifica di una fuoriuscita:

Raccogliere velocemente il prodotto indossando maschera ed indumento protettivo.

Impedire che penetri nella rete fognaria.

Raccogliere il prodotto per il riutilizzo, se possibile, o per l’eliminazione. Eventualmente assorbirlo con materiale inerte.

 

SCHEDA DI SICUREZZA

Prodotto:

WASH CLEAN

Edizione:

5

Data edizione:

01/06/2015

Revisione:

0

Data:

01/06/2015

Successivamente alla raccolta, lavare con acqua la zona ed i materiali

interessati.

  • Riferimento ad altre sezioni

Sez.8 e Sez.13

 

  1. MANIPOLAZIONE E IMMAGAZZINAMENTO
    • Precauzioni per la manipolazione sicura

Evitare il contatto e la pelle. Vedere anche il successivo paragrafo 8. Durante il lavoro non mangiare né bere.

  • Condizioni per l’immagazzinamento sicuro, comprese eventuali incompatibilità

Nessuna in particolare. Si veda anche il successivo paragrafo 10.

  • Usi finali specifici

Nessuno.

  1. CONTROLLO DELL’ESPOSIZIONE/ PROTEZIONE INDIVIDUALE
    • Parametri di controllo

ACIDO CLORIDRICO -CAS : 7647-01-0

Specifica : DNEL ( GLOB )

Parametro : Effetti sistemici_Breve termine_Inalazione_Lavoratori Valore : 15 mg/m3 / 10 ppm

Specifica : DNEL ( GLOB )

Parametro : Effetti sistemici_Lungo termine_Inalazione_Lavoratori Valore : 8 mg/m3 / 5 ppm

Specifica : PNEC ( GLOB ) Parametro : Acqua dolce Valore : 36 Lg/l

Specifica : PNEC ( GLOB ) Parametro : Acqua marina Valore : 36 Lg/l

Specifica : PNEC ( GLOB ) Parametro : Emissione saltuaria Valore : 45 Lg/l

Specifica : PNEC ( GLOB ) Parametro : Impianto di depurazione Valore : 36 Lg/l

Specifica : STEL ( EC ) Valore : 10 ppm / 15 mg/m3 Data versione : 08/06/2000

Specifica : TWA ( EC ) Valore : 5 ppm / 8 mg/m3 Data versione : 08/06/2000

ACIDO FOSFORICO ; Nr. CAS : 7664-38-2

Specifica : TRGS 900 ( D ) Parametro : E: frazione respirabile Valore : 2 mg/m3

Categoria : 2(I) Annotazioni : Y

Data versione : 02/07/2009

 

SCHEDA DI SICUREZZA

Prodotto:

WASH CLEAN

Edizione:

5

Data edizione:

01/06/2015

Revisione:

0

Data:

01/06/2015

 

Specifica : DNEL ( EC )

Parametro : Effetti locali_Lungo termine_Inalazione_Lavoratori Valore : 2,92 mg/m3

 

Specifica : DNEL ( EC )

Parametro : Effetti locali_Lungo termine_Inalazione_Popolazione Valore : 0,73 mg/m3

 

Specifica : STEL ( EC ) Valore : 2 mg/m3

Data versione : 08/06/2000 Specifica : TWA ( EC ) Valore : 1 mg/m3

Data versione : 08/06/2000

 

  • Controlli di esposizione

 

Misure di protezione individuale, quali dispositivi di protezione individuale: Protezione per gli occhi/il volto:                    Occhiali di sicurezza.

Protezione della pelle:

Protezione delle mani:                 Usare guanti protettivi in nitrile, spessore 0,38 mm, tempo di

permeazione minimo del materiale dei guanti: 480 min.

Protezione respiratoria:               Non necessaria per l’utilizzo normale.

 

 

  1. PROPRIETÀ FISICHE E CHIMICHE
    • Informazioni sulle proprietà fisiche e chimiche fondamentali

Aspetto:                                     Liquido limpido arancione

Odore:                                        Caratteristico

Soglia olfattiva:                           N.D.

pH:                                             1,0 ± 0,5

Punto di fusione/

punto di congelamento:               N.D. Punto di ebollizione iniziale e intervallo di ebollizione:                                                  N.D.

Punto di infiammabilità:               >60 °C

Velocità di evaporazione:             N.D.

Infiammabilità (solidi,gas):           N.D. Limiti superiore/inferiore di infiammabilità o di esplosività:                                                  N.D. Tensione di vapore:                                       N.D.

Densità di vapore:                       N.D.

Densità relativa (20°C):                1,113 ± 0,005 g/ml

Solubilità(in acqua):                     Si Coefficiente di ripartizione

n-ottanolo/acqua:                        N.D. Temperatura di autoaccensione: Non infiammabile Temperatura di decomposizione: N.D.

Viscosità:                                   N.D.

Proprietà esplosive:                    No

Proprietà ossidanti:                     N.D.

 

  • Altre informazioni

N.D.

 

SCHEDA DI SICUREZZA

Prodotto:

WASH CLEAN

Edizione:

5

Data edizione:

01/06/2015

Revisione:

0

Data:

01/06/2015

  1. STABILITÀ E REATTIVITÀ
    • Reattività:

No.

  • Stabilità chimica

Stabile in condizioni normali.

  • Possibilità di reazioni pericolose

Reazioni esotermiche se la miscela viene a contatto con sostanze alcaline.

  • Condizioni da evitare

Nessuna in particolare.

  • Materiali incompatibili

Sostanze alcaline.

  • Prodotti di decomposizione pericolosi

Nessuno.

  1. INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE

Non sono disponibili dati tossicologici sul preparato in quanto tale. Si tenga, quindi, presente la concentrazione delle singole sostanze al fine di valutare gli effetti tossicologici derivanti dall’esposizione al preparato.

Sono di seguito riportate le informazioni tossicologiche riguardanti le principali sostanze presenti nella miscela.

Effetti pericolosi per la salute derivanti dall’esposizione alla miscela: vedi sezioni 2 e 4.

  • Informazioni sugli effetti tossicologici

ACIDO CLORIDRICO

Valori LD50/LC50 rivelanti per la classificazione Specificazione : LC50

Via di assunzione : Inalazione Specie per il test : Ratto

Valore : = 45,6 mg/l Per. del test : 5 min

ALCHIL ALCOOL ETOSSILATO:

Tossicità acuta

Valutazione di tossicità acuta:

Praticamente non tossico per una singola ingestione. Dati sperimentali/calcolati:

DL50 (orale): > 2.000 mg/kg Irritazione

Valutazione dell’effetto irritante: Non irritante per la pelle.

Dati sperimentali/calcolati:

Gravi danni oculari/irritazione oculare: (test di Draize) Rischio di gravi lesioni oculari.

Mutagenicità sulle cellule germinali Dati sperimentali/calcolati:

Analisi della reversione della mutazione dei batteri negativo (OCSE – linea direttrice 471)

Altre indicazioni sulla tossicità:

Il prodotto non è stato testato. I dati tossicologici sono stati dedotti da prodotti con struttura e composizione simile.

 

ACIDO FOSFORICO

Specificazione : LC50

Via di assunzione : Inalazione Specie per il test : Ratto Valore : = 850 mg/l

Per. del test : 2 h

 

SCHEDA DI SICUREZZA

Prodotto:

WASH CLEAN

Edizione:

5

Data edizione:

01/06/2015

Revisione:

0

Data:

01/06/2015

Specificazione : LD50

Via di assunzione : Per via orale Specie per il test : Ratto

Valore : = 1530 mg/kg

 

Specificazione : LD50

Via di assunzione : Dermico Specie per il test : Coniglio Valore : = 2740 mg/kg

 

  1. INFORMAZIONI ECOLOGICHE

Utilizzare secondo le norme di buona tecnica evitando di disperdere il prodotto nell’ambiente (vedi anche sezioni 6,7,13,14 e 15).

Non sono disponibili dati eco tossicologici sulla miscela in quanto tale.

  • Tossicità

Tossicità acquatica

Specificazione : EC50 ( ACIDO CLORIDRICO; Nr. CAS : 7647-01-0 )

Paramettro : Daphnia Daphnia magna Valore < 56 mg/l

Per. del test : 72 h

Specificazione : LC50 ( ACIDO CLORIDRICO ; Nr. CAS : 7647-01-0 )

Paramettro : Pesce Valore = 282 mg/l Per. del test : 96 h

 

ALCHIL ALCOOL ETOSSILATO

Ittiotossicità:

CL50 > 1 – 10 mg/l Microorganismi/Effetti sui fanghi attivi: CE0 > 100 mg/l

 

ACIDO FOSFORICO

Tossicità acquatica Specificazione : IC50 Parametro : Algae Valore = 590 mg/l

 

Specificazione : LC50 Parametro : Pesce Valore = 138 mg/l Per. del test : 96 h

 

  • Persistenza e degradabilità

ALCHIL ALCOOL ETOSSILATO

Facilmente biodegradabile (secondo criteri OECD). Considerazioni sullo smaltimento:

(Allegato III, parte A) Il(i) tensioattivo(i) contenuto(i) in questo formulato è (sono) conforme(i) ai criteri di biodegradabilità stabiliti nel regolamento (CE) sui detergenti N. 648/2004. Tutti i dati di supporto sono tenuti a disposizione delle autorità competenti degli Stati Membri e saranno forniti alle suddette autorità su loro esplicita richiesta o su richiesta di un produttore del formulato.

 

  • Potenziale di bioaccumulo

ALCHIL ALCOOL ETOSSILATO

Valutazione del potenziale di bioaccumulo:

Non ci si deve attendere un accumulo negli organismi.

 

SCHEDA DI SICUREZZA

Prodotto:

WASH CLEAN

Edizione:

5

Data edizione:

01/06/2015

Revisione:

0

Data:

01/06/2015

  • Mobilità nel suolo

ALCHIL ALCOOL ETOSSILATO

Valutazione trasporto tra reparti ambientali:

La sostanza non evapora nell’atmosfera dalla superficie dell’acqua. Un assorbimento alla fase solida del terreno è possibile.

 

  • Risultati della valutazione PBT e

ALCHIL ALCOOL ETOSSILATO

Il     prodotto    non     contiene     sostanze     che     soddisfano    i     criteri     PBT     (persistente, bioaccumulabile/tossico)o  i criteri vPvB (molto persistente/molto bioaccumulabile).

 

  • Altri effetti avversi

N.D.

  • Informazioni addizionali

V.O.C.: METIL 2-METOSSIETOSSIPROPANOLO  (CAS: 34590-94-8)

 

  1. CONSIDERAZIONI SULLO SMALTIMENTO
    • Metodi di trattamento dei rifiuti

Recuperare se possibile. Inviare ad impianti di smaltimento autorizzati o ad incenerimento in condizioni controllate. Operare secondo le vigenti disposizioni locali e nazionali.

 

  1. INFORMAZIONI SUL TRASPORTO
    • Numero ONU

3264

  • Nome di spedizione dell’ONU

LIQUIDO INORGANICO CORROSIVO, ACIDO, N.A.S. (acido fosforico, acido cloridrico)

  • Classi di pericolo connesso al trasporto

8

  • Gruppo di imballaggio

III

  • Pericoli per l’ambiente

Marine pollutant:              No

 

  • Precauzioni speciali per gli utilizzatori

N.A.

  • Trasporto di rinfuse secondo l’allegato II di MARPOL 73/78 ed il codice IBC

No trasporto di rinfuse.

 

IMDG-EMS:                             F-A,S-B

Codice restrizione gallerie:        E

 

  1. INFORMAZIONI SULLA REGOLAMENTAZIONE
    • Norme e legislazione su salute, sicurezza e ambiente specifiche per la miscela

Regolamento n.1907/2006/CE (Reach) Regolamento n.453/2010/UE Regolamento n.1272/2008/CE (CLP)

Regolamento n.790/2009/CE (recante modifica, ai fini dell’adeguamento al progresso tecnico e scientifico, ATP del regolamento n.1272/2008/CE)

D.Lgs 81/2008 (testo unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro) e successive modifiche e Direttiva 2009/161/UE)

Regolamento 648/2004/CE relativo ai detergenti e successive modifiche.

 

  • Valutazione della sicurezza chimica

N.D.

 

SCHEDA DI SICUREZZA

Prodotto:

WASH CLEAN

Edizione:

5

Data edizione:

01/06/2015

Revisione:

0

Data:

01/06/2015

  1. ALTRE INFORMAZIONI

La presente scheda di sicurezza è stata rivista in tutte le sue sezioni in conformità del Regolamento n.453/2010/UE.

Acronimi

ADR:                Accord européen relative au transport international des marchandises dangereuses par route (accordo europeo relativo al trasporto internazionale delle merci pericolose su strada)

ASTM:                        ASTM International, originariamente nota come American Society for Testing and Materials (ASTM)

EINECS:                     European Inventory of Existing Commercial Chemical Substances (Registro Europeo delle Sostanze chimiche in Commercio)

EC(0/50/100): Effective Concentration 0/50/100 (Concentrazione Effettiva Massima per 0/50100% degli Individui)

LC(0/50/100): Lethal Concentration 0/50/100 (Concentrazione Letale per 0/50100% degli Individui)

IC50:                           Inhibitor Concentration 50 (Concentrazione Inibente per il 50% degli Individui)

NOEL:              No Observed Effect Level (Dose massima senza effetti)

NOEC:             No Observed Effect Concentration (Concentrazione massima senza effetti)

LOEC:                         Lowest Observed Effect Concentration (Concentrazione massima alla quale è possibile evidenziare un effetto)

DNEL:              Derived No Effect Level (Dose derivata di non effetto)

DMEL:             Derived Minimum Effect Level (Dose derivata di minimo effetto)

CLP:                           Classification, Labelling and Packaging (Classificazione, Etichettatura e Imballaggio)

CSR:                Rapporto sulla Sicurezza Chimica (Chemical Safety Report) LD(0/50/100):    Lethal Dose 0/50/100 (Dose Letale per 0/50/100% degli Individui) IATA:          International Air Transport Association (Associazione Internazionale del

Trasporto Aereo)

ICAO:                          International Civil Aviation Organization (Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile)

Codice IMDG: International Maritime Dangerous Goods code (Codice sul Regolamento del Trasporto Marittimo)

PBT:                           Persistent, bioaccumulative and toxic (sostanze persistenti bioaccumulabili e tossiche)

RID:                            Règlement concernent le transport International ferroviaire des marchandises Dangereuses (Regolamento concernente il trasporto Internazionale ferroviario delle merci Pericolose)

STEL:               Short term exposure limit (limite di esposizione a breve termine) TLV:                        Threshold limit value (soglia di valore limite)

TWA:                Time Weighted Average (media ponderata nel tempo)

UE:                  Unione Europea

vPvB:                         Very persistent very bioaccumulative (sostanze molto persistenti e molto bioaccumulabili)

VwVwS.:                     Text of Administrative Regulation on the Classification of Substances hazardous to waters into Water Hazard Classes (Verwaltungsvorschrift wassergefährdende Stoffe – VwVwS)

PNEC:              Predicted No Effect Concentration PNOS:                        Particulates not Otherwise Specified BOD:                        Biochemical Oxygen Demand

COD:               Chemical Oxygen Demand

BCF:                BioConcentration Factor

TRGS:                         Technische Regeln für Gefahrstoffe -Technical Rules for Hazardous Substances, defined by The Federal Institute for Occupational Safety and Health, Germany

LCLo:               Lethal Concentration Low (La minima concentrazione letale)

 

SCHEDA DI SICUREZZA

Prodotto:

WASH CLEAN

Edizione:

5

Data edizione:

01/06/2015

Revisione:

0

Data:

01/06/2015

ThOD:              Theoretical Oxygen Demand

 

Abbreviazioni

N.D.:                Non disponibile

N.A.:                Non applicabile

V.O.C.:             Volatile Organic Compound T.I.:                        Tecnicamente impossibile

[…]:                 Riferimento bibliografico

 

Principali riferimenti bibliografici e fonti di dati

ECDIN                        Environmental Chemicals Data and Information Network – Joint Research Centre, Commission of the European Communities

SAX’s DANGEROUS PROPERTIES OF INDUSTRIAL MATERIALS

Eight Edition – Van Nostrand Reinold ACGIH – Threshold Limit Values – 2004 edition

Testo integrale delle frasi H utilizzate nella sezione 2-15

 H290        Può essere corrosivo per i metalli.

H314        Provoca gravi ustioni cutanee e gravi lesioni oculari. H318                Provoca gravi lesioni oculari.

H335        Può irritare le vie respiratorie.

H412        Nocivo per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.

Sostanze contenute in conformità al regolamento (CE) N.648/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 31 Marzo 2004 relativo ai detergenti-ALL.VII A:

 Tensioattivi anfoteri:      conc. inferiore al 5%
Tensioattivi non ionici:   conc. superiore al 5% ma inferiore al 15%

 *** I tre asterischi indicano la sezione della scheda di sicurezza soggetta a modifica rispetto alla versione precedente.

Le informazioni ivi contenute si basano sulle nostre conoscenze alla data sopra riportata. Sono riferite unicamente al prodotto indicato e non costituiscono garanzia di particolari qualità.

L’utilizzatore è tenuto ad assicurarsi della idoneità e completezza di tali informazioni in relazione all’utilizzo specifico che ne deve fare.

Questa scheda annulla e sostituisce ogni edizione precedente.

Print Friendly

Invia a un amico





Invia a un amico

NEWSLETTER

Inserisci i tuoi dati resterai sempre aggiornato su novità, e potrai ricevere promozioni riversate solo per te.

Gallery

Slideshow

Slideshow

Previsioni Meteo

Copyright 2012 © IWASH® AUTOLAVAGGI info@iwash.it - Privacy
Via G. verrotti 9/11, 65015 Montesilvano (PE) - via Tirino - adiacente centro comm. Megalò - Chieti Scalo